Recensione: Conan il Barbaro 1

Conan il Magnifico
di Emiliano Berdini

CONAN IL BARBARO 1
Autori: Brian Wood (testi), Becky Cloonan (disegni), Massimo Carnevale (copertina)
Formato: 48 pagine, colore, brossurato, 17x26, 3,30 €
Editore: Panini Comics

Becky Cloonan. Segnatevi questo nome, se già non lo conoscevate. Già, perché è la talentuosissima disegnatrice di natali italiani, la vera star di questo nuovo brossurato da edicola dedicato al Cimmero da Panini Comics.

Dimenticatevi il nerboruto e feroce Conan uscito dalle matite di Buscema e Adams o lo Schwarzenegger dei film anni '80. Qui siamo di fronte ad un personaggio "nuovo": asciutto, agile, folle. Il tratto onirico della Cloonan strizza l'occhio ad autori di stampo decisamente più europeo: riconoscibili le figure stilizzate di Micheluzzi o i volti folli e cupi di Nicola Mari.

Il tutto guidato dal timone saldo alla sceneggiatura di Brian Wood, autore già apprezzato sulle storie mutanti della Marvel, che ci ripropone un classico delle avventure della creatura di Howard: il primo incontro tra Conan e la sensualissima piratessa Belit, nel primo di due albi che si leggono tutti d'un fiato, dove a farla da padrone saranno l'oceano e le sue nebbie, le spade insanguinate e lo scoccare delle frecce e, ovviamente, il nostro Barbaro preferito.

Sfida decisamente vinta dalla casa editrice Dark Horse, che inaugura una nuova stagione per un personaggio forse stantio, lasciando la pista dello stile classico per qualcosa di mai visto prima. Il progetto prevede in futuro alle matite altri astri nascenti: l'americano James Harren, il greco Vasilis Lolos, l'irlandese Declan Shalvey. Senza dimenticare le splendide "pitture" in copertina del romano Massimo Carnevale.

Da segnalare, come sempre, l'eccellente opera filologica del supervisore Max Brighel che facilita i neofiti del personaggio nella ricerca degli albi a lui dedicati da Panini Comics, licenziataria italiana delle attuali storie del Cimmero.

Amate le storie "sword and sorcery" alla George R. R. Martin? Il genere vi lascia indifferenti? Beh, la lettura di questo albo metterà comunque tutti d'accordo.
Share on Google Plus

About Redazione ComicsViews

0 commenti:

Posta un commento