Recensione: Dampyr 193

Ritorno in Sardegna
di Moreno Salsi

DAMPYR 193
Autori: Mauro Boselli (testi), Nicola Genzianella (disegni), Enea Riboldi (copertina)
Formato: 98 pagine, b/n, brossurato, 21x16, 3,20 €
Editore: Sergio Bonelli Editore

A prima vista questo potrebbe sembrare un episodio senza azione, invece l’azione c’è.  Anzi c’era, prima.
Boselli sceglie un simpatico espediente narrativo per questa puntata sarda del Dampyr: l’intera vicenda è raccontata da un giovanotto non-morto di undici (ottocento a dir la verità) anni chiamato Nicholas o dai ricordi di Meridiana, una succuba con dei profondi rimpianti.

I misteri di Cagliari” si rivela essere un corposo racconto di memorie ambientato durante la dominazione spagnola dell’isola, al tempo dell’inquisizione che fece strage di ebrei e musulmani.
L’intera storia quindi non è prevalentemente inserita ai giorni nostri, ma ripercorre con sbalzi di parecchi secoli uno scorcio della storia della Chiesa cattolica e di una parte d’Europa, tra mito, leggenda e finzione.

Questo numero potrebbe sembrare, visti i personaggi principali, un numero senza amore, invece anche l’amore c’è. Rimane nascosto fin quasi verso la fine, poi emerge; lo si trova nelle parole di Meridiana, nelle bisticciate tra fidanzati di Angelo e Sophie, nella premura di Samael verso la sua succuba preferita. Solo Nergal, l’avversario di questo episodio non ne fa sfoggio: sempre descritto senza alcuna qualità; una presenza sullo sfondo quasi mai concreta, ma sempre in agguato.

L’aspetto grafico dell’albo è affidato a Nicola Genzianella che abbina sintesi grafica a inquadrature azzeccate e funzionali tramite linee sottili dall’aspetto “ruvido”. Difficile resistere alla sensualità della sua Meridiana, molto passionale, una vera succuba!
Purtroppo in alcune tavole non sembra centrare appieno l’obbiettivo generando una resa altalenante.

La nota negativa dell’albo in questione però riguarda il vero protagonista della serie, Harlan Draka, che viene lasciato molto in disparte e non bastano una manciata di tavole a saziare il desiderio di vederlo in azione come un tempo.
Share on Google Plus

About Redazione ComicsViews

0 commenti:

Posta un commento