Recensione: Il Canemucco 1

Buona prima prova per Il Canemucco
di Davide Paolino

IL CANEMUCCO 1
Autori: Makkox, eNZO, Alessandro Bonino, Laura Scarpa, Mauro Gasparini, ZeroCalcare, Daniela Farnese, Guido Catalano, Gianmatteo Pellizzari, Bruno Ballardini e Antonio Sofi (testi), Makkox, Laura Scarpa e ZeroCalcare (disegni).
Formato: 100 pagine, colore, brossurato, 19,5x26,5, 4,50 €
Coniglio Editore

Marco “Makkox” Dambrosio ha un blog su internet, anzi più di uno: ci disegna le sue storie, i suoi pensieri, le sue vignette. Ha chiamato “Canemucca” il suo spazio virtuale e riscuote subito un modesto successo in quanto a visite. Indi, dopo le collaborazioni con Animals e il volumetto delle Divisioni imperfette, Dambrosio si cimenta in questa nuova avventura e, per dirla con le parole del signor Coniglio, sarà un bagno di sangue. Intanto l’albo viaggia tra alti e bassi.

La storia principale dell’albo è di Makkox. “La vasca” è un noir disegnato bene e raccontato altrettanto. E si ride, in certi frangenti e in certe circostanze. L’autore ha saputo ben iniziare la sua “creatura”. Se le merita tutte le settanta pagine.

Gli altri due autori completi sono Laura Scarpa e Zerocalcare: la prima ha un buon disegno, ma non stimola alcuna risata: il secondo, invece, riesce ad entusiasmarci in sole quattro tavole. Storia divertentissima.

Il resto del “giornalino” è dedicato ai racconti e qui arrivano alcune note dolenti: se con Bonino ci si commuove, con Catalano non si capisce dove si vuole arrivare, anche se il tema portante poteva far sorridere; molti pescano a piene mani nell’attualità, come Gasparini, Solla e Daniela Farnese: tre racconti che meritano non poco, uno spaccato dell’Italia del 2010 da tutte le angolazioni. Le rubriche di Gianmarco Pellizzari e Bruno Ballardini invece sono il vero anello debole dell’intero albo: non si capisce il senso dei due scritti, sono come una sorta di monologhi che non portano a nulla. Anzi, a girare il più velocemente pagina. Conclude il tutto l’elogio di Sofi ad un vecchio telefonino, non eccezionale ma si lascia leggere.

In conclusione: Il Canemucco è un ottimo prodotto, ad iniziare dalla carta. Ovviamente non era possibile che lo standard qualitativo fosse sempre eccezionale. Si spera in un miglioramento dei comprimari nei prossimi numeri.
Share on Google Plus

About Redazione ComicsViews

0 commenti:

Posta un commento