Recensione: Batman: Barcellona, il Cavaliere del Drago

Pipistrello di un altro Planeta
di Alessandro Neri

BATMAN: BARCELLONA, IL CAVALIERE DEL DRAGO
Autori: Mark Waid (testi), Diego Olmos (disegni), Marta Martinez (colori), Jim Lee (copertina)
Formato: 48 pagine, colore, cartonato, 19x30, 5,95 €
Editore: Planeta DeAgostini

Batman segue fino a Barcellona Killer Croc, che, apparentemente impazzito o sotto il controllo di altri villain, crede di essere la reincarnazione del drago della leggenda di San Giorgio, patrono della Catalogna. L’indagine del Pipistrello attraverso le vie della città è un pretesto per poterci mostrare le bellezze e i monumenti di Barcellona, dalla Sagrada Familia alla Casa Battló, ben illustrati dal disegnatore originario della regione, Diego Olmos (già visto sulle pagine di Manhunter e Gotham Knights), dal tratto delicato e accurato, ovviamente a metà tra disegno europeo e supereroico.

Ai testi troviamo un grande del fumetto americano, Mark Waid (Kingdom Come, The Flash), che scrive una storia godibile ma piuttosto leggera. Difficilmente avrebbe potuto essere altrimenti in solo una quarantina di pagine, risultato di un progetto nato al Comic-Con 2008 di San Diego e che vede infine la sua pubblicazione in occasione del Salòn del Comic di Barcellona del mese scorso. Un one-shot ambizioso visto l’uscita contemporanea in tre paesi (Stati Uniti, Spagna e Italia) e in quattro lingue (inglese, castigliano, catalano e italiano), fatto assolutamente straordinario per un fumetto che la dice lunga sui progetti di Planeta DeAgostini, che probabilmente vuole seguire la strategia di Panini con Marvel Made in Italy ed altri progetti europei (l’editore modenese detiene però l’esclusiva anche per il mercato italiano di Batman Europa, miniserie in cantiere da anni firmata da Casali, Azzarello, Dell’Otto, Camuncoli e Jim Lee).

In definitiva una storia che è carina senza essere eccezionale e che difficilmente può giustificare il prezzo di quasi sei euro. Il sentimento che Batman in Barcellona sia un buon albetto promozionale per la città, un po’ come lo erano quelli di Topolino per iniziative di quasiasi tipo, è rafforzato dall’intervista al sindaco di Barcellona inserita tra i bonus (insieme a making of e interviste agli autori). La copertina di Jim Lee raffigura un Batman in una posizione che definire classica è dire poco.
Share on Google Plus

About Redazione ComicsViews

0 commenti:

Posta un commento