Recensione: Smokey 1

Quando Bogart incontra il Drugo
di Elio Marracci

SMOKEY 1
Autori: Alessandro Benassi, Matteo Polloni e Federico Galeotti (testi), Sara Terranova (disegni)
Formato: 54 pagine, b/n, brossurato, 5 €
Editore: Amianto Comics

Presentato in occasione di Lucca Comics & Games 2017 dov'è uscito in un albo di 54 pagine in B/N, brossurato con alette, Smokey è alla base un webcomic comico distopico, ospitato sul sito della rivista Amianto Comics, diventato serie cartacea destinata al circuito delle fumetterie e della vendita on line.

Questo serial ha per protagonista uno strano antieroe, uno strampalato detective privato, che si pone a metà strada fra Humphrey Bogart e il Drugo, che agisce in un mondo dove Steve Jobs e Bill Gates sono stati strangolati nella culla da una misteriosa setta di vetero-tecnologisti e che quindi non ha mai vissuto la rivoluzione digitale.
In compagnia del fedele cane Dingo, l'uomo di legge risolve appassionanti casi in una New Orleans inquinata e post-industriale, dove esistono ancora le cabine del telefono, i fax e, naturalmente, il crimine.

La serie, in cui confluiscono citazioni tratte da film e romanzi hard boiled, manga e fumetto franco-belga, è scritta con una vis comica trascinante dalle colonne della rivista Amianto Comics ALMAFE, nom de plume dietro cui si celano gli sceneggiatori Alessandro Benassi, Matteo Polloni e Federico Galeotti, che hanno creato ambientazioni e personaggi molto ben connotati e sceneggiature pervase da una sfrenata fantasia e una prosa brillante in cui l’inverosimile e l’assurdo diventano ordinari.
È invece disegnata, con un tratto chiaro, che si avvale di linee essenziali e di uno stile caricaturale che fonde alla perfezione dinamismo e morbidezza con un estremo realismo, da Sara Terranova.
Il volumetto che contiene tre storie brevi, di cui due inedite, si apre con un'introduzione dove viene spiegato come si sono incontrati gli autori e come è nato e che significato ha il progetto e si chiude con un sommario in cui sono presentati tutti i gli eroi e i cattivi della collana.

Queste brevemente le trame.
In “Terapia e altro”, con l'escamotage di una seduta psichiatrica, Smokey si racconta ai lettori ricordando i momenti più significativi della sua vita e riflettendo sulla sua condizione economica e sociale.
Sonnolenza” vede il nostro investigatore alle prese con una contessa impaziente, che ha molte cose da nascondere. La vicenda narrata, all’apparenza tranquilla, si concluderà in maniera frenetica e del tutto inaspettata e vedrà il protagonista fuggire da una situazione che sembrava, in un primo momento, volgere a suo vantaggio.
In “Smokey e la rapina in banca” infine un'esilarante commedia degli equivoci proietterà il nostro agente in una serie di numerose situazioni estremamente comiche e ricche di equivoci e confusione.

Alla luce di quanto scritto fino a questo punto si può quindi affermare, senza paura di smentite, che questa serie abbia numerose frecce al suo arco, di cui molte ancora da scoccare, e perciò meriti un’attenta lettura.
Share on Google Plus

About Redazione ComicsViews

0 commenti:

Posta un commento