Recensione: Injection 1

Le iniezioni di Ellis
di Giuseppe Nieddu

INJECTION 1
Autori: Warren Ellis (testi), Declan Shalvey (disegni), Jordie Bellaire (colori)
Formato: 120 pagine, colore, brossurato, 14,90 €
Editore: saldaPress

Quando si commette qualcosa di sbagliato, il senso di colpa per quello che si è fatto può condizionare per sempre la vita di chi se ne è reso colpevole, oltre che degli innocenti che devono pagare...
In questa storia i protagonisti hanno fatto qualcosa di incredibile: hanno cambiato il mondo. Per farlo, hanno “iniettato” qualcosa nel collettivo comune. Ma quel qualcosa non ha dato i risultati attesi, non ha dato una spinta positiva al progresso umano. No, quel qualcosa ha deciso diversamente. E per farlo ci usa, usa le nostre conoscenze e le nostre leggende.

Warren Ellis ci accompagna in un viaggio nel nostro mondo, dove la magia è a portata di mano, dove siamo noi artefici di meraviglie che non hanno la minima intenzione di collaborare con noi.
Injection un cammino che ci trasporta nell'angoscia dei protagonisti, nel loro tentativo di espiazione e nella paura per quello che hanno creato. O liberato. Un qualcosa di estremamente potente. Probabilmente si tratta di una battaglia persa in partenza, ma che deve comunque essere combattuta.

Questa guerra nascosta è rappresentata dalle matite di Declan Shalvey e dai colori di Jordie Bellaire. Notevole la scelta di rappresentare il mondo dopo l'inoculazione con scene cupe e colori saturi, opponendosi alle scene ambientate prima di questa, rimarcando non solo il senso di oppressione della vicenda ma anche, e sopratutto, il cambiamento.
Perché, di fatto, siamo entrati in una nuova epoca per l'umanità, un'epoca che la porterà forse ad una nuova evoluzione. Che costerà, probabilmente, innumerevoli vittime.
Share on Google Plus

About Redazione ComicsViews

0 commenti:

Posta un commento