Recensione: I Randagi - Sono incazzati 1 & 1/2

I Mercenari di Stallone? Nulla rispetto a Rin Tin Tin e soci
di Alessandro Neri

I RANDAGI - SONO INCAZZATI 1 & 1/2
Autori: Roberto Cirincione (testi), Luca Claretti e Carlo Alberto Fiaschi (disegni), Luca Claretti e Walter Baiamonte (copertina)
Formato: 40 pagine, colore e b/n, spillato, 17x26, 3,50 €
Editore: Villain Comics

Il primo albo de I Randagi - Sono incazzati iniziava con l'uccisione di Bin Laden da parte dei pulciosi protagonisti. Il commando dei Randagi avevano ridotto così male l'ex ricercato numero uno al mondo che il Presidente Obama non aveva neanche potuto mostrarne il cadavere. Il sovrintendente della squadra, Mr. Gigolò (nientepopodimeno che uno sveglissimo Richard Gere, sua l'affermazione "So che siete capaci di parlare all'insaputa della mia razza... Lo so per via dell'abito scuro!") aveva quindi sciolto la squadra per i suoi modi troppo spicci e non più tollerabili. Da lì, però, partiva una complessa operazione segreta con al centro... Lassie! Che però si fa catturare e deve essere salvata dai "colleghi" che quindi tornano in azione. In questo secondo volume - anzi, primo e mezzo - continua la manovra di salvataggio.

Ma chi sono i Randagi? Fanno parte del team capeggiato da Rin Tin Tin, oltre alla sfortunata Lassie, Hachi (il cane di Hachiko - Il tuo migliore amico, quindi il miglior amico di Mr. Gigolò), Zanna Bianca, Beethoven e Biagio (di Lilli e il vagabondo). Anche Muttley (quello di Wacky Races e Dastardly e Muttley e le macchine volanti di Hanna e Barbera) dà una mano. O forse no.

I Randagi - Sono incazzati, chiaro omaggio canino a I mercenari - The Expendables, è una serie nerd quanto pop. I riferimenti ad altre opere sono innumerevoli: si va da quelli pesantemente evidenti a quelli un po' più sottili (per esempio, in una vignetta Beethoven legge un libro che - immaginiamo - presenta l'arte di Cassius Marcellus Coolidge, artista famoso per una serie di dipinti con cani "umanizzati"). E praticamente tutti i personaggi vengono da altre opere, non solo i protagonisti a quattro zampe, ma anche il già citato Mr. Gigolò/Richard Gere, Mr. Church/Bruce Willis, Felix/John Cena e tanti altri (sì, stavolta vi diciamo solo i più facili). 

Roberto Cirincione fa qui quanto già apprezzato su Nerd Uniti! (in coppia con Michele Monteleone): scrive una storia di avventura, piena di humor, totalmente demenziale e, soprattutto, divertente. Anche i disegni di Luca Claretti e Carlo Alberto Fiaschi sono sempre vivaci, espressivi, chiari, puliti anche nei momenti più confusionari, quelli di azione. E questa, nonostante tutte le battute e le spassosissime citazioni, non manca assolutamente.

I Randagi sono un'altra piccola chicca targata Villain Comics.
Share on Google Plus

About Redazione ComicsViews

0 commenti:

Posta un commento