Recensione: Khaal: Cronache di un imperatore galattico

Un imperatore apre Fantastica Mondadori
di Giuseppe Nieddu

KHAAL: CRONACHE DI UN IMPERATORE GALATTICO
Autori: Louis (testi), Valentin Sécher (disegni, colori e copertina)
Formato: 104 pagine, colore, cartonato, 22x29, 14,99 €
Editore: Mondadori Comics

Khaal parla di paura, di avidità, di sesso e di violenza. Gli aspetti più dissacranti dell'umanità vengono messi a nudo ed analizzati attraverso un'allegoria fantascientifica. 
Questa storia coinvolge tre razze, tre aspetti diversi, nell'aspetto e nelle capacità, dell'umanità che devono trovare un modo di convivere, per sopravvivere. In mezzo a questo traballante ordine appare Khaal, un leader. La sua ambizione supera ogni immaginazione ed ogni limite.

Louis descrive una storia di un antieroe in un modo poco convenzionale per la scuola francese, rompendo i limiti della tavola, dando ancora maggior risalto all'angosciosa e claustrofobica atmosfera che accompagna il lettore per tutta la lettura dell'albo. L'unica pecca che si può riscontrare è l'accumularsi delle vicende condensate in meno di 100 pagine, che rischiano di rendere un po' pesante la lettura, sopratutto per quanto riguarda la caratterizzazione dei personaggi, almeno nelle fasi iniziali.

Ai disegni troviamo un giovanissimo autore (classe 1988), Valentin Secher, il cui lavoro rende questo volume un vero piacere per gli occhi; ogni tavola è un dipinto sul quale è impossibile non soffermarsi ad ammirare il talento di questo artista.

La Mondadori Comics propone, per il primo numero della sua collana dedicata al fumetto fantastico, l'integrale di un'opera spaventosa quanto affascinante del fumetto transalpino. Una bella edizione cartonata che racchiude, oltre al fumetto, anche una interessante sezione dedicata agli schizzi preparatori dello stesso.
Share on Google Plus

About Redazione ComicsViews

0 commenti:

Posta un commento