Recensione: Questioni di cuore

L’amore da prendere alla leggera. Più o meno.
di Matteo Spadini

QUESTIONI DI CUORE
Autore: Bastien Vivès (testi e disegni)
Formato: 192 pagine, b/n, brossurato, 13x18, 9,90 €
Editore: Bao Publishing

Se vi aspettate di leggere qualcosa che ad ogni vignetta vi faccia sorridere e pensare “cavolo, è proprio vero!”, oppure “ehi, succede anche a noi!”, beh, avete sbagliato fumetto e, se è proprio ciò pensate fra una pagina e l’altra, nella migliore delle ipotesi avete dei seri problemi di coppia.

Questioni di Cuore è una raccolta di alcune storie che l’autore francese Bastien Vivès (Last Man, La Grande Odalisca) ha pubblicato sul suo blog. Sono episodi di breve durata che trattano d’amore, perfetti per essere letti in qualsiasi luogo e situazione; in bagno, in metro, a letto, ovunque voi siate vi godrete un piccolo gioiello che vi farà felici quando vi sentirete un po' poveri d’animo.

I disegni di Vivès sono minimal, simili a una sorta di bozza arrivata ad un secondo step. Impressionante quanto non si senta la necessità di una caratterizzazione più precisa e realistica dei vari personaggi che incontriamo. Davvero, non ce ne sarebbe alcun bisogno.

Questioni di Cuore è un amuleto che tiene lontana la banalità e l’amar facile. Il rischio, però, è di ritrovarvi a guardare con occhi diversi il vostro partner e magari di pensare: “ma non è che pure lui vorrebbe violentare una gallina o sodomizzare una capra?” Oppure: “ma non è che pure lei andrebbe con il primo che glielo chiede per sms?”
Bastien Vivès te la fa prendere male, se non sei in grado di prenderla tu nel modo giusto.

Ciò che più spaventa, è che le situazioni descritte con pesante ironia e leggera tristezza - Vivès, in questo, è davvero bravo - sono così surreali ma allo stesso tempo plausibili, da far paura.

Questioni di Cuore vi farà sorridere, si, ma se pensate che dopo averlo letto starete meglio, vi sbagliate di grosso.
Share on Google Plus

About Redazione ComicsViews

0 commenti:

Posta un commento