Recensione: Zetman 8

Il rapimento della bella-di-turno
di Michele Miglionico

ZETMAN 8
Autori: Masakazu Katsura e Studio K2R (testi e disegni)
Formato: 240 pagine, b/n, brossurato, 13x18, 4,20 €
Editore: Star Comics

Qui gli eroi e i criminali non nascono per caso. Pasticci genetici hanno partorito i pericolosi Players e Jin, as Z.E.T., è stato concepito solo per combatterli. Koga Amagi, invece, è il giovane figlio di un miliardario che, con il denaro di famiglia, finanzia ricerche che sviluppino la tecnologia capace di fargli emulare, da novello Tony Stark, il suo super-eroe preferito, Alphas. La sorella di Koga ha conosciuto Jin e se n'è invaghita. Finalmente i due eroi, diversi come il giorno e la notte, stanno per incontrarsi - ma non ancora in questo volume!

Masakazu Katsura, da noto fan di Batman e comics statunitensi, dopo alcuni tentativi (DNA2, Shadow Lady e lo stesso, vecchio episodio pilota di Zetman), ha deciso di sistematizzare la sua personale visione del supereroismo, con una vena revisionista e l'inevitabile filtro nipponico. Il déjà vu è dietro l'angolo, ma rimane suggestiva l'impostazione che contrappone i destini di un Capitan Marvel (riferimento scelto solo perché Jin si trasfigura in Z.E.T.) e di un Iron Man, un metaumano e un semplice ragazzo, un giustiziere riluttante e un entusiasta paladino della giustizia.

Le buone premesse vengono messe alla prova dalla realizzazione della serie. La sceneggiatura lamenta passaggi farraginosi, pur ben alternando azione, introspezione e relazioni. Il comparto grafico fa rimpiangere i tempi di Video Girl Ai: Katsura ha perso smalto, si affida molto agli assistenti dello Studio K2R e alla resa di scenari dettagliati, per compensare figure umane spesso tirate via. Senza contare che, ancora alla sua età, ogni occasione è buona per mostrare le mutandine delle sue protagoniste.

Se il mangaka aveva avuto in passato il pregio di disegnare shonen manga che (perlomeno all'estero) potessero essere apprezzati anche dal pubblico femminile, stavolta restringe di molto il suo target: ai suoi lettori fedelissimi e agli amanti dei supereroi in vena di sperimentazioni.
Share on Google Plus

About Redazione ComicsViews

0 commenti:

Posta un commento