Recensione: Nemrod 6

Yoannes Elytis, finalmente protagonista
di Davide Paolino

NEMROD 6
Autori: Fabio Celoni (testi e copertina) e Ivan Vitolo (disegni)
Formato: 96 pagine, b/n, brossurato, 21x16, 2,70 €
Editore: Star Comics

Le supposizioni erano giuste, la vignetta conclusiva dello scorso numero è stata importante: Dark Morgan ha scoperto l’identità di uno dei membri dei cacciatori della bestia, ovvero il commissario Yoannes “Yanni” Elytis, per questo la sua famiglia, ora, è in forte pericolo di vita. Yanni ritorna in Grecia per incontrare gli Efori, un gruppo di criminali internazionali che gli hanno rapito ex moglie e figlia per costringerlo a distruggere le indagini riguardanti la loro organizzazione.  Ma si parte dall’infanzia del nostro commissario, dal suo rapporto con il fratello maggiore Joannes, che diventerà monaco esorcista, e con la madre guaritrice. Attenzione alle tavole finali, con un altro piccolo colpo di scena che si ripercuoterà in futuro nelle vite dei cacciatori.

La storia è perfetta, finalmente viene calato il pezzo grosso, sicuramente il miglior numero finora, il primo sceneggiato solo dal copertinista e supervisore ai disegni della serie Fabio Celoni (che ha in serbo una storia che ha scritto e disegnato per Dylan Dog di prossima uscita). La forza dell’albo la si può trovare nella storia completamente incentrata su un unico personaggio, senza nulla togliere alle storie corali viste fino ad ora. Ci auguriamo succeda altre volte nel corso della serie, magari per scavare un po’ di più nelle vite degli altri protagonisti.

Disegni impeccabili come al solito, lo staff di Nemrod è di tutto rispetto e anche in questo numero c’è un Ivan Vitolo in grande spolvero, anche lui superbo nelle tavole dei flashback. 

Copertina eccezionale come le precedenti, l’ultima con sfondo bianco, dalla prossima si passerà al giallo e a un viaggio in “Africa!”.
Share on Google Plus

About Redazione ComicsViews

0 commenti:

Posta un commento