Recensione: Dylan Dog 272

Di Gregorio fa un buco nell'acqua
di Alessandro Neri

DYLAN DOG 272
Autori: Giovanni Di Gregorio (testi), Ugolino Cossu (disegni), Angelo Stano (copertina)
Formato: 98 pagine, b/n, brossura, 21x16, 2,70 €
Editore: Sergio Bonelli Editore

Si racconta che la nave ottocentesca Sovereign porti con sé una grave maledizione: tutti i discendenti del capitano Graham, che all’epoca conduceva la nave, sarebbero morti. Adesso città è attraversata da un’ondata di omicidi e il caso vuole che la Sovereign sia stata da poco comprata dal museo navale cittadino e sia ancorata nel porto. Dylan è chiamato ad indagare...

Fin dalle prime pagine si capisce, purtroppo, come la storia andrà a finire. Si tratta di uno di quei numeri in cui ci viene presentato un gialletto liscio liscio. Alla fine Di Gregorio si accorge chè il racconto è marino ma l’acqua è di rose e utilizza le ultimissime pagine per rettificare il tiro e ritirar fuori dal berretto la maledizione di cui sopra.

Alle matite il bravo, ma sempre poco entusiasmante Cossu. Solo la copertina di Stano è veramente degna di nota. Si salvi chi può!
Share on Google Plus

About Redazione ComicsViews

0 commenti:

Posta un commento