Recensione: Punto di fuga

Argomento delicato e crudo cerca fumetto pari requisiti
di Giuseppe Nieddu

PUNTO DI FUGA
Autore: Lucia Biagi (testi e disegni)
Formato: 160 pagine, colore, brossurato, 17x24, 15,95 €
Editore: Diabolo Edizioni

Sabrina è una ragazza come tante. Studia, vede gli amici, ha un ragazzo. E questa è una storia come tante. Una storia comune che parla in modo chiaro di sentimenti e vita reale. Non abbiamo a che fare con un'eroina con stupefacenti poteri, ma con una ragazza comune che affronta una situazione molto più banale di quello che possiamo pensare. 
Sabrina è incinta. Una gravidanza non voluta. E come donna fa una scelta. Quella dell'IVG, l'Interruzione Volontaria di Gravidanza. O più semplicemente detto aborto. 

Questa storia, quindi, ci permette di accompagnarla in questa scelta, di capire i suoi motivi. Di affrontarli assieme a lei, di comprenderla, di confrontarci, assieme a lei, con i drammi evidenti degli altri personaggi. Mentre lei nasconde il proprio.

Su questo argomento l'opinione pubblica si è da sempre divisa. C'è chi condanna questa scelta, c'è chi la approva. Chi la condanna, forse, troppo spesso, crede che sia una scelta facile, dettata dalla mancanza di senso di responsabilità. Si pensa che chi l'affronta decida con leggerezza, come se questa non rappresentasse un trauma. Anzi, che la loro vita vada avanti come se niente fosse.
Quest'opera ci racconta che non è così.  Che si possono fare delle scelte. Che queste possono segnare noi stessi e chi ci vuole stare vicino. Che si ha bisogno di scappare. Di avere un Punto di fuga

Il tutto è raccontato attraverso una sceneggiatura magnetica, con tempi e situazioni sono perfetti per il messaggio che si vuole comunicare. Anche le storie collaterali si sposano senza appesantire la narrazione principale. E hanno un peso significativo i protagonisti quanto i comprimari. Si può dire che questi ultimi svolgono  il ruolo di collante della storia. 

Il tratto grafico è volutamente semplice, ma curato. Alcune vignette possono sembrare poco dettagliate, ma il tutto è funzionale alla storia e ad una narrazione concentrata più sulle situazioni e sui sentimenti che su quello che può sembrare in apparenza. L'utilizzo esclusivo di grigi in contrasto con i toni del giallo e del blu è eccellente: rappresenta il disagio dei personaggi nelle varie situazioni e coinvolge il lettore nello stesso.

Una bella storia, quindi, narrata in modo semplice e crudo. Un'ottima lettura per chiunque. A prescindere da come la si possa pensare su questo delicato argomento.
Share on Google Plus

About Redazione ComicsViews

0 commenti:

Posta un commento