Recensione: Dragon Head 1

Le tenebre per Teru Aoki
di Giuseppe Nieddu

DRAGON HEAD 1
Autore: Minetaro Mochizuki (testi e disegni)
Formato: 224 pagine, b/n, brossurato, 13x18, 6,50 €
Editore: Planet Manga

Oggi. O ieri, probabilmente gli anni '90. Un gruppo di studenti, di rientro da una gita scolastica, subisce in un incidente. La differenza rispetto ad altri casi simili è che l'incidente è avvenuto ad uno Shinkansen, un treno super veloce giapponese, intrappolando tutti i viaggiatori all'interno di un tunnel sotterraneo apparentemente senza una via di uscita. Il protagonista, uno degli studenti, si risveglia in questa angosciante situazione. Deve cercare di sopravvivere, insieme a pochi altri, fra le macerie, il caldo e i cadaveri...

Con queste premesse inizia Dragon Head, claustrofobico e apocalittico manga di Minetaro Mochizuki, autore sia dei disegni che dei testi, come quasi sempre avviene nel fumetto giapponese.
Questo manga, tra i vincitori al 21º Kodansha Manga Award, è caratterizzato da un ritmo incalzante e veloce che fa sì che il lettore sia "incollato" alle pagine. Infatti, tutto inizia ad incidente già avvenuto. Quello che è successo, o che si crede che sia successo, viene ricostruito mediante una serie di brevi flashback del protagonista e da pochi indizi che l'autore dissemina lungo la storia. 

Il disegno risulta molto particolare. Le anatomie dei personaggi non sembrano molto curate. Ma il tutto viene compensato da una maggiore attenzione per quanto concerne l'ambientazione, la fotografia e le espressioni dei personaggi. Infatti, lo scopo di un tale tipo di narrazione è sicuramente quello di trasmettere le sensazioni di angoscia, di claustrofobia e di paura che opprimerebbe chiunque si trovasse in una situazione simile.
Intento perfettamente riuscito.

Questa prima parte, quindi, è ottima e invoglia a continuare a leggere e scoprire come si svilupperà la vicenda in futuro.

Da segnalare che questa nuova edizione di Planet Manga permetterà di leggere, a chiunque avesse seguito la prima edizione della Magic Press, gli sviluppi finali di questa storia, dopo che questa interruppe la serializzazione a metà nel 2001.
Share on Google Plus

About Redazione ComicsViews

0 commenti:

Posta un commento