Recensione: Valter Buio 1

Il dottor Buio
di Claudia Calvisi

VALTER BUIO 1
Autori: Alessandro Bilotta (autori), Sergio Gerasi (disegni), Paolo Martinello (copertina)
Formato: 96 pagine, b/n, brossurato, 21x16, 2,70 €
Editore: Star Comics

Dalla penna di Alessandro Bilotta, per il piacere della Star Comics e di chi vorrà seguirlo, nasce il signor Valter Buio, di professione psicologo. Sarà facile fin da subito provare simpatia per lui, vedendolo alle prese con il suo primo giorno di lavoro. Conosceremo i suoi amici, la sua vita e il suo primo cliente: il fantasma inquieto di un adolescente suicida. Eh si, proprio un fantasma, giacché è alle anime incapaci di lasciare questa terra che il nostro Valter rivolge le sue competenze accademiche.

Bilotta ci presenta cosi il suo personaggio che, da bravo antieroe, è vittima egli stesso delle paranoie che tenta di curare ai suoi originali pazienti. Innegabili le somiglianze con più famosi indagatori (d'altronde Bilotta ha bazzicato in quel di Craven Road) ma, ciò nonostante, Buio è ben caratterizzato e può essere un tipo interessante. In una Roma forse non del tutto sentita, seguiamo lo svolgersi della storia, inciampando a volte su qualche accelerata e qualche semplificazione. Arriviamo alla fine con un leggero senso di non detto, che forse è normale... Siamo appena all'inizio. Ma ci arriviamo anche gustando le tavole del polivalente Sergio Gerasi, dal tratto sicuro, espressivo e denso di inchiostro. Eleganti e ben fatte anche copertina e illustrazione iniziale.

Insomma, ora sappiamo chi è Valter Buio, ci resta da vedere dove potrà portarci.
Share on Google Plus

About Redazione ComicsViews

0 commenti:

Posta un commento