Recensione: Nerd Bash 1

Dolce nerd-nirvana
di Gianluca Lamendola

NERD BASH 1
Autori: Paolo Maini (testi), Mario Del Pennino (disegni), Vincenzo Palombino (copertina)
Formato: 32 pagine, colore, spillato, 17x26, 2,99 €
Editore: BookMaker Comics

A volte capita di introdursi con passo rapido in fumetteria, per poi trovarsi a rallentare man mano che copertine sgargianti e titoli accattivanti si intrufolano nel nostro spettro visivo minacciando il nostro portafoglio. Considerati “imprevisti” da molti, per noi diventano “occasioni”.

E Nerd Bash appartiene a queste sorprese.... Anzi, è stata LA sorpresa di questo ultimo mese. La storia proposta da Paolo Maini e Mario Del Pennino ricambia l'interesse dei neonati lettori con tanta passione, già a partire dallo stile e dal formato tipico dei comics americani. Le didascalie e le prime quattro pagine, oltre a introdurre la situazione narrativa, sono pure di forte impatto tanto da catturare da subito la nostra attenzione con l’ironia del giovane protagonista riguardo i film catastrofici.

L'intento giocoso di questa serie, che vuole omaggiare il ricco background del nostro immaginario, non lascia stare neppure i tanti personaggi. Ci sono il mago dell'informatica, il campione di videogiochi, l'esperto di fumetti e l'ingegnere aerospaziale.... Ok, sembra una barzelletta, ma il clima da “battaglia per la Terra” che si viene a creare intorno a loro, mette da subito in evidenza le loro “competenze” e i loro tratti caratteriali salienti. Cardine dell'insolito gruppo è il blogger Josh, di cui conosciamo da subito la sua storia fatta di giganteschi ritardi, un amore impossibile e una laurea mancata. Tuttavia, viene da chiedersi se con la sua simpatia saprà mantenere lo scettro di protagonista, oppure verrà scalzato da qualche cosiddetta “spalla”. Un po' come succede nelle serie corali, dove ciascuno spettatore ha il suo beniamino che vorrebbe sempre vedere nel vivo dell'azione. Quale?! Beh, in Nerd Bash si tratta di un'invasione condotta da alieni che danno forma ai nostri peggiori incubi (o ricordi) videoludici e cinematografici. Un Bowser gigante libero da Super Mario, che si fa largo tra i palazzi di New York vi basta?! Poi un'organizzazione segreta chiamata N.E.R.D. (Noncitizen Espionage Response Division) votata alla sconfitta di questi nemici spaziali; che come suono richiama pure la ben più conosciuta (e amata) NERV del meraviglioso Neon Genesis Evangelion. 

Pertanto, chissà, oltre ad armi somiglianti a joypad e tastiere, aspettiamoci anche robottoni giapponesi made anni '80. Insomma, un dolce Nirvana in cui sprofondare dopo una dura giornata. Buona lettura!
Share on Google Plus

About Redazione ComicsViews

0 commenti:

Posta un commento