Recensione: Malinky Robot

Meraviglioso robot
di Matteo Spadini

MALINKY ROBOT
Aurore: Sonny Liew (testi e disegni)
Formato: 96 pagine, colore, brossurato, 19x27, 14,80 €
Editore: Lavieri Comics

Abbiamo letto una storia meravigliosa. Che poi non è una sola, sono quattro. Abbiamo letto una storia in cui si parla del pesce puzza, un'altra in cui si parla di un piccolo viaggio su due biciclette "prese in prestito", un'altra di un robottino particolare, e un'altra ancora di un giorno speciale conclusosi sotto la pioggia. E ad Atari tutto questo piace.

Sonny Liew accarezza il foglio con un tratto da sogno, mettendo due strambi ragazzi (uno ha il muso come quello di una tartaruga) per le strade di Tokyo. La prodezza compiuta dall'autore malesiano è proprio nelle caratteristiche del mondo di Atari (quello che fra i due ha sembianze umane). È tutto così semplice, così imperfetto, tanto da risultare surreale. Ma la povertà che si respira nel quartiere è palpabile. Eccome se lo è.

Quando Atari trova un bigliettone a terra, per i due amici si aprono le porte del cinema di Mr. Ono, quello in cui provavano (così pare) ad entrare gratis. Scelgono di vedere un film sui robot. Felicità impagabile. E poi c'è l'amico Misha, che regala ai due un pallone prima di trasferirsi in un'altra città, in cui lo andranno a trovare rimediando un pasto da McDonnell. È lì che Sonny darà vita a differenti tratti, tra l'altro tutti pregevoli. 

Malinky Robot si piazza giustamente nei nostri cuori, perché è giusto così. Malinconico, dolce, aspro, ruvido, incantevole e tanta altra roba. È evidente che Sonny Liew abbia qualcosa da raccontare, ma è ancora più evidente il fatto che lo faccia con una tale maestria da risultare quasi perfetto. Narrando e disegnando piccoli episodi della vita quotidiana dei due protagonisti, l'autore riesce a farci capire in pieno il loro stato d'animo. E spesso non ne esce uno stato d'animo sollevato, ma piuttosto amaro e solitario. Sono ragazzi dall'insospettabile voglia di amare e di essere amati, ma anche dalla voglia di un futuro migliore. Atari e Oliver però sanno come divertirsi, come passare il tempo pensando che la vita possa regalare anche cose belle. Perché, alla fine, bastano un amico e un po' di pioggia.

Abbiamo letto Malinky Robot e speriamo che lo facciate anche voi.
Share on Google Plus

About Redazione ComicsViews

0 commenti:

Posta un commento