Recensione: La Pattuglia

Una storia del Vietnam
di Simone Tribuzio

LA PATTUGLIA
Autori: Fabrizio Accatino (testi), Giampiero Casertano (disegni), Aldo Di Gennaro (copertina)
Formato: 110 pagine, b/n, brossurato, 17x21, 3,50 €
Editore: Sergio Bonelli Editore

Dopo il noir Ritorno a Berlino scritto e disegnato da Paolo Morales e Davide De Cubellis (per il comparto grafico delle ambientazioni), ritroviamo la collana "Le Storie" con La Pattuglia, in cui Fabrizio Accatino e la superba matita di Giampiero Casertano ci accompagneranno nell’inferno vietnamita degli anni ’60.

Il Capitano Artz guiderà il suo manipolo di soldati per una missione di ricognizione: dove un anno prima è scomparsa nella fitta giungla vietnamita la pattuglia “Foxtrot”. Durante la missione verranno a galla i vari profili psicologici di ogni soldato, fino a quando la storia prenderà una piega surreale.

La sceneggiatura di Accatino ha un andamento interessante quanto avvicente nel pieno della sua struttura; peccato per il finale affrettato. Ciò non toglie che i singoli personaggi siano psicologicamente ben delineati.

A far da cornice, i disegni di un Casertano al massimo della sua espressività: un allievo divenuto ormai maestro, il quale tramanda per l’ennesima volta il patrimonio artistico che il grande Magnus ha lasciato in eredità. Il dettaglio minuzioso al massimo lascia spaziare mentalmente la fantasia del lettore, specie nella tavola che fa da apripista alla storia dopo circa venti pagine. Ogni sua singola vignetta costituisce una gioia per i nostri occhi.

Nel complesso si tratta di un "piacevole" viaggio nell’inferno vietnamita dove l’America, a suon di pallottole e sangue, diffonde in maniera sfacciata il verbo della pace e della democrazia.
Share on Google Plus

About Redazione ComicsViews

0 commenti:

Posta un commento