Recensione: Diabolik - Le origini del Mito 1

Gli inizi del Re del Terrore
di Michele Miglionico

DIABOLIK - LE ORIGINI DEL MITO 1
Autori: Angela e Luciana Giussani (testi), Zarcone e Giacobini (disegni)
Formato: 256 pagine, b/n, cartonato, 20,5x14,5, in regalo con la Gazzetta dello Sport
Editore: RCS/Panini Comics

Ennesima collana di allegati per il Re del Terrore; finalmente, una serie di stampo storico e filologico.
"Le origini del mito", infatti, non è che la ristampa delle edizioni originali della prima serie di Diabolik. In questo primo volume, un pezzo di storia del fumetto italiano quali i primi due episodi in assoluto della creatura delle sorelle Giussani. Ma non aspettatevi (ancora) Eva Kant.

Sulle storie in sé cosa si può dire che già non si conosca? Lo stile, l'ambientazione, tutto appare ancora acerbo, ma già carico della verve rivoluzionaria che ne hanno fatto un successo imperituro. L'anti-eroe come protagonista e titolare della testata o la scansione delle tavole unica nel suo genere rappresentano già sufficienti rotture con la tradizionale narrazione a fumetti. Per certi versi, lo sono ancora oggi, soprattutto nel panorama italiano.

I redazionali (a cura di Fabio Licari, Sergio Rossi e Lorenzo Altariva) sono esaustivi su tutto ciò che c'è da sapere sull'esordio della serie e sui retroscena degli albi ristampati.
Il formato e la scelta della carta sono la scelta adeguata in proporzione alla qualità del contenuto, che non brilla certo per splendore estetico: il nebuloso Zarcone e Giacobini non sono passati alla storia per il loro talento.
Decisamente un progetto da supportare.
Share on Google Plus

About Redazione ComicsViews

0 commenti:

Posta un commento