Recensione: John Doe 65

Ed ora un esercito!
di Davide Paolino

JOHN DOE 65
Autori: Lorenzo Bartoli (sceneggiatura e testi), Roberto Recchioni (testi), Riccardo Torti (disegni), Massimo Carnevale (copertina)
Formato: 96 pagine, b/n, brossurato, 16x21, 2,70 €
Editore: Eura Editoriale

L’epopea di John Doe sta attraversando una fase cruciale: il ritrovato capo della Trapassati Inc. ha ricordato chi era, cosa faceva e contro chi dovrà combattere per decidere il destino del mondo. Quel Mordred di cui tanto si parla in realtà è suo figlio, colui che l’ha sconfitto. Un nuovo scontro quindi è alle porte, e per vincere, stavolta, ci sarà bisogno di un esercito. Guerra ne ha già formato uno, ma servono soldati e John è sulla strada per trovarli.

Bartoli e Recchioni ci dimostrano, ancora una volta, di saperci fare con la loro creatura e riutilizzano buona parte dei comprimari delle prime avventure della terza stagione per dimostrare, a chi ha storto il muso per le eccessive fuoriuscite dalla trama principale, che i nuovi personaggi avranno un ruolo fondamentale nello scacchiere della battaglia finale. Un numero veloce, intenso, quasi perfetto. John è sulla strada per reclutare e dall’altra parte Fame è sulla strada per sconfiggere John. Lo scontro finale è qualcosa di ben lontano dalle battaglie tra supereroi Marvel, ma fa la sua bella figura.

Disegni di un Riccardo Torti particolarmente ispirato, anche se ogni tanto, qualche tavola, sembra che gli sia stata tirata via prima di essere ultimata.

Peccato però che la bellezza dell’albo si spegne sempre sui contenuti speciali di pagina 4. Il riassunto, stavolta, sembra essere aggiornato ma il ruolo dei personaggi, come al solito, è indietro di parecchi albi. Speriamo se ne rendano conto in redazione per il prossimo numero.
Share on Google Plus

About Redazione ComicsViews

0 commenti:

Posta un commento