Recensione: Tex 673

Grande e potente Yama!
di Moreno Salsi

TEX 673
Autori: Mauro Boselli (testi), Fabio Civitelli (disegni), Claudio Villa (copertina)
Formato: 110 pagine, b/n, brossurato, 16x21, 3,20 €
Editore: Sergio Bonelli Editore

Boselli porta - o riporta - la magia (nera) sulle pagine del ranger di casa Bonelli. La coppia Boselli-Civitelli infatti aveva già collaborato sulle pagine dello speciale "La Cavalcata del Morto" (n. 27), sul Color Tex 5 intitolato "Delta Queen" e anche su una breve storia extra intitolata "La preda".

Questo episodio ha tutto l’aspetto di numero di preparazione a quello che ci sarà presentato nelle prossime uscite.
"Il segno di Yama" apre con un lungo flashback di ri-presentazione del vecchio villain: Yama, figlio del potente Mefisto (e non meno pericoloso dello stesso) che da tempo ormai non esercita più le arti magiche e sembra essersi ritirato dalla carriera criminale. Ma di li a poco tutto sarà rimesso in discussione!
Dopo questo momento veramente intriso di occultismo e magia malevola, troviamo i quattro pard al completo sulle tracce di alcuni banditi che dopo una rapina sono fuggiti nel deserto.

Tex e Carson avranno parecchie difficoltà ad affrontare il fuoco nemico e durante gli scontri si capirà che non si era trattato di una semplice rapina, ma che i suddetti banditi miravano a qualcosa di più prezioso del denaro; forse qualcosa di magico e oscuro che ora è nelle loro mani!

Molte congetture si posso fare a fine albo, ma nulla al momento è chiaro.

Come già accennato, Boselli non delude  e, attraverso una storia come altre già viste sul mensile di Tex, pone le (oscure) basi per gli avvenimenti dei prossimi mesi e il ritorno del potente Yama.
Share on Google Plus

About Redazione ComicsViews

0 commenti:

Posta un commento