Recensione: Saint Young Men 1

I giovani Gesù e Buddha
di Cristiana Nucci

SAINT YOUNG MEN 1
Autore: Hikaru Nakamura (testi e disegni)
Formato: 192 pagine, b/n, brossurato, 12x16,9, 5,90 €
Editore: J-Pop

Cosa ci fanno Gesù e Buddha in un appartamento situato in un quartiere neppure troppo centrale di Tokio? Una vacanza. Ebbene sì, i due vecchi amici hanno scelto la terra per trascorrere un periodo di riposo. 

Nelle loro migliori intenzioni vorrebbero vivere come due ragazzi qualsiasi, cercando di far quadrare il bilancio e senza dare troppo nell'occhio, se non fosse che devono tenere a bada gli animali che attirano sul balcone di casa, trovando le giustificazioni più assurde con la vicina petulante, ma cercando il più possibile di dedicarsi alle loro passioni. Gesù, infatti, ha un suo blog personale su internet, mentre Buddha legge manga di Osamu Tezuka.

Inoltre, come se non bastasse avere a che fare con gli animali, si ritrovano a dover fare i conti con il loro lato divino che emerge quando meno se lo aspettano o nei momenti meno opportuni. Così Gesù vede fiorire la corona di spine che porta in capo, mentre il volto di Buddha si illumina tanto da far invidia a un lampione.

I disegni di questo manga sono essenziali, per quanto i due protagonisti siano perfettamente riconoscibili poiché tratteggiati come nell'iconografia più classica. 

Nonostante vi siano molte note esplicative riguardanti l'una e l'altra religione il fine del fumetto rimane quello di raccontare in modo molto spiritoso una storia assurda senza la pretesa di entrare nell'ambito di ciascun credo.
Merita di essere letto perché vi farà ridere quando meno ve lo aspettate.
Share on Google Plus

About Redazione ComicsViews

0 commenti:

Posta un commento