Recensione: Orfani 8

...And Justice for All
di Matteo Spadini

ORFANI 8
Autori: Roberto Recchioni (testi), Davide Gianfelice (disegni), Stefano Simeone (colori), Massimo Carnevale (copertina)
Formato: 98 pagine, b/n, brossurato, 16x21, 4,50 €
Editore: Sergio Bonelli Editore

Era facilmente intuibile, dal numero precedente, che questo numero 8 di Orfani avrebbe rappresentato la classica svolta. Ed era altrettanto chiaro che sarebbe arrivato il vero divertimento. Per noi, ovviamente, non certo per Ringo, Jonas e compagnia. Perché se è vero che Orfani è ormai, a tutti gli effetti, un enorme recipiente colmo di attualità, è pur vero che la creatura di Roberto Recchioni è intrattenimento fumettistico allo stato puro. Le idee e le convinzioni che vi eravate fatti, dal primo numero, a questo punto verranno annientate. Orfani si conferma, ora più che mai, un enorme gioco ad incastro a cui non si può fare a meno di partecipare.

"War Pigs" è un numero tremendo (in senso buono), per tanti motivi. Ed è anche il numero che ospita uno dei migliori cast della serie: Davide Gianfelice (disegni) e Stefano Simeone (colori), oltre alla solita presenza di Massimo Carnevale con una copertina cupa, estrema e assolutamente perfetta per il suo contenuto.

"War Pigs" apre scenari che, siamo pronti a scommetterci, pochi lettori avrebbero immaginato qualche mese fa. Si sta pian piano arrivando al climax. E ci si sta arrivando in un modo davvero forte, pericoloso. Gli Orfani sanno cosa c’è fuori e ora devono affrontarlo, in qualche modo. Le scelte che vengono fatte, qui e ora, li porteranno a una divisione che sarebbe stata impensabile all’inizio.

"War Pigs" è il numero da pelle d’oca. Quello che fa dilatare sensibilmente il tempo d’attesa (percepito) per quello successivo. È la roulette russa di Jonas (prima parte) e la giustizia di Juno (seconda parte). Le carte in tavola vengono mescolate, le coppie diversamente amalgamate.

A proposito di roulette russa, c’è un gruppo tedesco che ha scritto un brano che si chiama proprio "Russian Roulette", che a un certo punto dice qualcosa che di sicuro approverebbe la nostra professoressa Juric. E che probabilmente è il manifesto perfetto per questo numero:
"Wargames, killed in action
Wargames, for satisfaction".
Share on Google Plus

About Redazione ComicsViews

0 commenti:

Posta un commento