Recensione: Superman 673

La Regina Insetto ci saluta
di Umberto Rossolini

SUPERMAN 673
Autori: Kurt Busiek (testi), Jesùs Merino (disegni)
Formato: 32 pagine, colore, spillato, 17x26, 2,99 $
Editore: DC Comics

In questo numero assistiamo allo scontro finale fra la Regina Insetto e il più potente difensore della Terra. La storia si alterna fra i dialoghi che vedono Lois combattere contro il senso di colpa del proprio figlio adottivo Cristopher, il quale non è riuscito a controllare il proprio potere a causa dell'orologio che lo limita nelle proprie potenzialità di kryptoniano, e la lotta fra Superman e una nuova avversaria aliena, pronta a distruggere il pianeta e a fondarvi al suo posto la capitale di un nuovo impero.

La storia scorre in modo piacevole. Busiek sta migliorando la serie ad ogni numero, anche se non si può dire che sia agli stessi livelli di Action comics, l'altro mensile dell'azzurrone. Inoltre la vicenda coinvolge Lana Lang, un personaggio che sembrava ormai dimenticato, ma che riaffiora dal passato con tutti i suoi problemi, primo fra tutti il difficile lavoro svolto alla Lexcorp. E' proprio quest'ultima a salvare Clark nel momento di maggior crisi, e l'autore mette bene in evidenzia il legame che lega i due fin dall'adolescenza. La rivedremo ancora?

Infine i disegni di Jesùs Merino raggiungono la sufficienza. Nelle tavole in cui compaiono i volti mostra un buon tratto, mentre nelle scene di azione non è del tutto convincente. Anche in questo caso, nulla a confronto dell'ottimo Gary Frank che possiamo ammirare su Action comics.

Tutto sommato la testata sembra in miglioramento mese dopo mese, e a breve avremo un cambio di gestione. Speriamo quindi che ciò possa giovare ulteriormente al personaggio, per la felicità degli appassionati di lunga data.
Share on Google Plus

About Redazione ComicsViews

0 commenti:

Posta un commento