Recensione: Rat-Man Collection 65

"Mentre una lacrimuccia fa capolino"
di Claudio Zen

RAT-MAN COLLECTION 63
Autore: Leo Ortolani (testi e disegni)
Formato: 72 pagine, b/n, brossurato, 21x16, 2,50 €
Editore: Panini Comics

Leo Ortolani conclude da par suo la parodia iniziata in 299.
Citando ed omaggiando l'originale "milleriano", Ortolani riesce, come suo costume, a regalarci una battuta a tavola (imperdibile l'elefante che esplode dopo essere precipitato in un dirupo come un'automobile in un action-movie), ma in questa seconda e conclusiva parte riesce anche a fare qualcosa di più: tramutare l'originale in qualcosa di diverso e di più "alto", a far passare un messaggio. E non un messaggio qualsiasi ma un messaggio in antitesi a quello di Frank Miller.

A noi ha ricordato molto, nello sviluppo, La vita è bella: il film di Roberto Benigni che vinse l'Oscar. Partendo da una gestione degli spazi e delle tavole identiche a quelle dell'originale, Ortolani le riempie e le attualizza con il suo personaggio e noi lettori ridiamo per il fuoco di gag che l'autore ci regala. Ridiamo, ma il nostro riso si trasforma prima in un sorriso amaro e poi in una lacrimuccia che inumidisce il ciglio. Un finale antitetico, di enorme spessore e serenità che ci fa scrivere, senza tema di smentite: Ortolani è un genio.
Share on Google Plus

About Redazione ComicsViews

0 commenti:

Posta un commento