Recensione: Lukas 1

Una storia di invisibili e diversi
di Giuseppe Nieddu

LUKAS 1
Autori: Michele Medda (testi), Michele Benevento (disegni e copertina)
Formato: 98 pagine, b/n, brossurato, 16x21, 3,30 €
Editore: Sergio Bonelli Editore

È una storia di mondi nascosti questa, dove vivono non solo i mostri, ma anche gli emarginati, i diversi, quelli che non si vedono e che, spesso, non si vogliono vedere. Invisibili anche per scelta e vittime che è facile nascondere e dimenticare.

Michele Medda, uno dei creatori dello storico e fantascientifico Nathan Never, ci presenta un personaggio tormentato sin dalla nascita. O meglio, rinascita. Vagando in una grande ed indefinita città, il protagonista, privo di ogni ricordo, con nient'altro che i vestiti come proprietà, agisce per istinto e, cercando di fare la cosa giusta, scopre che dentro di sé vive un mostro pronto ad emergere e ad uccidere, se solo decidesse di lasciarsi andare. Come spesso fanno i suoi simili, che si nascondono nella vita di tutti i giorni, coprendo anche ruoli insospettabili. 

Questa storia, abbastanza lontana per i canoni di Casa Bonelli, vede alle matite Michele Benevento (che ha esordito in Via Buonarroti proprio con Caravan, miniserie di Medda) che risulta la scelta migliore per rendere i toni cupi a metà strada fra il noir e l'horror di questa opera. Il tratto pulito, con un eccellente gioco di chiaroscuri, e l’ottima capacità di forza alle espressioni dei personaggi rende semplice ma accattivante la lettura di questo albo.

Una novità in Italia che, visto il suo ottimo esordio, merita di essere seguita con attenzione.
Share on Google Plus

About Redazione ComicsViews

0 commenti:

Posta un commento