Recensione: Jan Dix 1

Napoleone non c'è più, ecco Jan Dix
di Davide Paolino

JAN DIX 1
Autore: Carlo Ambrosini (testi, disegni e copertina)
Formato: 132 pagine, brossurato, b/n, 21x16, 3,50 €
Editore: Sergio Bonelli Editore

Napoleone ha concluso la sua vita editoriale nel 2006, è da lì che Sergio Bonelli parte nella lettera di presentazione della nuova testata della Bonelli Editore affidata a Carlo Ambrosini; è da lì che ci trasporta nel mondo completamente diverso di Jan Dix, dalla psicologia all’arte, un triplo salto carpiato che solo un ottimo autore poteva fare.

E’ difficile presentare un personaggio e i suoi comprimari in un solo numero, bisogna leggerne altri per avere una visione chiara del mondo che si intende raccontare, ma qualcosa Ambrosini è riuscito a trasmettere. L’autore ci prende per mano e ci porta in un mondo di dipinti, arte, amore, mistero e avventura. Jan Dix ne esce quasi formato: non ha la stoffa dell’eroe senza macchia, ma nemmeno dell’anti-eroe dylandoghiano, è semplicemente una persona normale che si trova, suo malgrado, invischiato in un mondo che non gli appartiene. Ma andiamo con ordine: Jan è un critico d’arte, innamorato e fidanzato (o no?) con Annika che lavora con lui, ha un assistente, Gherrit, e un amico-mentore, ovvero l’ex giudice Hilman adesso in pensione (l’antitesi del Bloch di Dylan Dog), che lo affiancano in queste avventure tutte ambientate nel mondo dell’arte.

Ma non bisogna essere dei cultori del genere per appassionarci: l’autore ci spiega tutto senza paroloni e discorsi tecnici e riesce, in poche tavole, a creare una tensione perfetta che non vi farà staccare gli occhi dalle pagine. Buon primo numero, ottima l’idea di finire la storia non con la spiegazione finale, ma con un momento di svago, di relax dopo l’avventura subita dal protagonista. Al termine dell’albo constaterete che Napoleone e Jan Dix sono due creature completamente diverse, ma con una cosa in comune: gli incubi. Vedremo poi se sarà qualcosa di ricorrente nella trama generale. Ottimo esordio per Ambrosini, attendiamo i prossimi sviluppi.
Share on Google Plus

About Redazione ComicsViews

0 commenti:

Posta un commento