Recensione: Iron Man e i Potenti Vendicatori 3

I Potenti Vendicatori pronti allo scontro finale con Ultron
di Umberto Rossolini

IRON MAN E I POTENTI VENDICATORI 3
Autori: Daniel e Charles Knauf, Brian Michael Bendis e Dwayne McDuffie (testi), Roberto De La Torre, Frank Cho e Michael Avon Oeming (disegni)
Formato: 80 pagine, colore, spillato, 17x26, 3,30 €
Editore: Panini Comics

La serie Iron Man Director of SHIELD è incentrata sulla figura di Tony Stark, ma oltre a mostrarci gli innumerevoli problemi che il personaggio affronta nella propria vita quotidiana, gli autori Daniel e Charles Knauf cercano di appassionare il lettore mescolando la realtà all'illusione. Quest'ultima sembra quasi rivelarsi un aiuto che viene in soccorso al numero uno degli eroi registrati, come nella storia presentata su questo numero, dove Capitan America appare in sogno a Tony svelandogli in che lingua è scritta un'indecifrabile frase. La lingua makluana porta Tony a supporre che il Mandarino, unico conoscitore dell'idioma, non sia in realtà morto come tutti credono. Inoltre altri interrogativi vengono nuovamente posti sull'Iniziativa, quando Paragon finisce all'ospedale mentre Gadget sembra essere stata uccisa per mano di Graviton. Le avventure dei Potenti Vendicatori invece proseguono nello scontro con Ultron. La nuova versione del robot creato da Hank Pym sembra essere inarrestabile, ma la soluzione al problema arriva proprio dal vendicatore che può sembrare più adatto ad utilizzare i muscoli invece del cervello. Incredibile.

Chiude la testata Avengers Classic dove Bruce Banner è alle prese con il suo eterno problema, la propria controparte ovvero il Golia Verde.

Un numero veramente appassionante, sia per il taglio originale dato dagli autori alle storie dell'uomo di ferro, sia per quanto riguarda la nuova serie vendicativa dove i dialoghi sono ben alternati ai pensieri dei vari personaggi.
Share on Google Plus

About Redazione ComicsViews

0 commenti:

Posta un commento