Recensione: Gli Incredibili X-Men 216

I Morlock, Tempesta e Bestia
di Umberto Rossolini

GLI INCREDIBILI X-MEN 216
Autori: Ed Brubaker, Mike Carey e Christos Gage (testi), Salvador Larroca, Mike Perkins e Scot Eaton (disegni)
Formato: 80 pagine, colore, spillato, 17x26, 3,20 €
Editore: Panini Comics

In questo numero Brubaker riporta in scena i Morlock, mutanti che hanno scelto di nascondersi nei sotterranei di New York invece di mostrare la propria mutazione alla luce del sole. Fra questi infatti si è formato un gruppo comandato da Masque, il quale ha preso la decisione di rapire Pulce e di attaccare Calibano. La storia è ancora una volta accentrata sul rapporto fra gli X-Men e il progetto ONE, la protezione offerta dal governo degli Stati Uniti è sempre più sentita come un modo per segregare i mutanti dal mondo intero, in modo da far sembrare l'istituto di Xavier, più che una riserva per una specie in estinzione, una vera e propria prigione. E' infatti sempre più difficile uscirvi, come in questo numero dove un gruppo di uomini X cerca di aiutare Calibano nella ricerca di Pulce. Inoltre sia i Morlock che Xavier sono ossessionati dalla ricerca di Magneto, che sembra aver riacquisito i propri poteri. Le storie degli X-Men sembrano riacquistare nuovo vigore dopo l'arrivo di Brubaker ai testi, i vari intrecci infatti attirano la nostra attenzione fino all'ultima pagina. Inoltre il nuovo tratto di Larroca, molto convincente, è particolarmente efficace nel raccontare questo tipo di storie.

In appendice seguono le mini-storie di Specie in X-tinzione, dove la Bestia fa un patto con la Bestia Nera accettando, per il bene della propria specie, di fare scelte eticamente discutibili pur di risolvere il problema M-day. Anche questo mese i dilemmi affrontati dalla Bestia per trovare una soluzione che possa invertire l'effetto della magia di Scarlet, non possono far altro che 'incollarci' alle pagine.

Un numero decisamente da non perdere.
Share on Google Plus

About Redazione ComicsViews

0 commenti:

Posta un commento