Recensione: Dylan Dog Color Fest 3

Autori più o meno adatti a Dylan Dog
di Alessandro Neri

DYLAN DOG COLOR FEST 3
Autori: Tito Faraci, Bruno Enna, Corrado Mastantuono e Claudio Chiaverotti (testi), Giuseppe Camuncoli, Corrado Roi, Corrado Mastantuono e Patrizio Evangelisti (disegni), Fabio D’Auria, Maria Lorenza Chidini e Patrizio Evangelisti (colori), Sergio Toppi (copertina)
Formato: 132 pagine, colore, brossura, 21x16, 4,80 €
Editore: Sergio Bonelli Editore

Con "Nemici per Sempre" Tito Faraci scrive per l’”americano” Camuncoli una storia orribile in cui Dylan dovrà liberare uno zoo da due mostri. Un racconto molto disneyano di una banalità sconcertante che, per nostra fortuna, arriva con grande faciloneria alla conclusione.

Ma ci rifacciamo con "La Fiaba Nera", bella storia di Enna, che prende spunto da quella di Hansel e Gretel per creare un’atmosfera claustrofobica in cui sprofonda il lettore insieme all’eroe, chiuso per praticamente tutto l’episodio nel forno della strega cattiva.

Non male anche "La Sposa del Diavolo" di Mastantuono, evidente omaggio a Hellboy di Mignola (o almeno lo speriamo), che aveva realizzato le copertine degli albi americani dedicati all’Indagatore dell’Incubo.

Il Color Fest si chiude con "Il Buio nell’Anima", in cui Chiaverotti rispolvera, senza grande successo, Mana Cerace, mostro che vive nel buio, già antagonista di altre due avventure dylaniate.

Quattro storie di qualità ben differente: Enna sa sfruttare le poche pagine a disposizione in modo superbo e una delle grandi paure che avevamo, cioè che i disegni di Roi perdessero qualcosa col colore, si rivelava totalmente infondata. E se avessimo pensato a "Gli Inquilini Arcani" non avremmo temuto così. Al contrario Faraci si conferma, con tutti gli stereotipi che infila nella sua storia, come uno scrittore non adatto a Dylan Dog. Sicuramente è migliore la prova di Mastantuono, mentre Chiaverotti è forse meglio che resti sulle pagine di Brendon...

Non proprio all’altezza delle aspettative la copertina di Sergio Toppi, ma resta comunque un bell’omaggio di un maestro della letteratura a fumetti verso un personaggio così popolare.
Share on Google Plus

About Redazione ComicsViews

0 commenti:

Posta un commento