Recensione: Caravan 7

Passaggio per Caravan
di Davide Paolino

CARAVAN 7
Autori: Michele Medda (testi), Fabio Valdambrini (disegni), Emiliano Mammucari (copertina)
Formato: 98 pagine, b/n, brossurato, 21x16, Euro 2,70 €
Editore: Sergio Bonelli Editore

Le storie da raccontare, per Michele Medda, non sono finite. Questa volta tocca ad una cultura tipicamente occidentale: le vicende degli indiani d’America. Una trama generale che continua pian piano mentre facciamo la conoscenza di Adahy, un vecchio e stanco uomo che ha deciso di terminare la sua vita tra i boschi, stanco di lottare per qualcosa che non conosce e che non gli interessa.

Un albo di transito, di passaggio, in tutti i sensi. Mentre la carovana procede ancora verso un punto indefinito, Medda continua a raccontare la ribellione delle famiglie che tentano ormai il tutto per tutto. E ci inserisce dentro problemi familiari, amori non approvati, più una buona dose di speranza: quella che il lettore deve sentire empatizzando con Davide e leggendo il suo diario, pur sapendo che il rampollo di casa Donati tanto ottimista non è più. Intanto la storia va verso una conclusione forse aspettata, segno che il viaggio è ancora lungo. Ma la costanza e l’impegno saranno premiati, almeno per qualcuno, come ci insegna il vecchio Adahy.

Le tavole di Valdambrini corrispondono al quadro generale dei disegni visto finora: il taglio iper-realistico fa si che in molte occasioni non si noti la differenza tra i diversi volumi di questo lungo racconto. La copertina di Mammucari è evocativa ma perde il confronto con le altre viste finora.
Share on Google Plus

About Redazione ComicsViews

0 commenti:

Posta un commento